#Sanremo2023, prima conferenza stampa. Coletta e le differenze tra Madame e Remigi/Montesano, Amadeus chiarisce su Toffanin e parla della controprogrammazione

Prima conferenza d’avvicinamento per il Festival di Sanremo 2023. A margine dell’ascolto dei brani dei big, riservato ai giornalisti, Amadeus e il direttore Stefano Coletta hanno risposto ad alcune domande. Ecco i temi affrontati e ciò che hanno dichiarato.

Controprogrammazione Mediaset

Stefano Coletta: “Noi facciamo il Festival e davvero non dobbiamo essere distratti da ciò che accade intorno. Ovviamente ci sarà una legittimità nella scelta del gruppo Mediaset, noi però giochiamo la nostra partita con molta serenità”. E ancora: “Gli ascolti dello scorso anno sono stati così straordinari e mi sento di dire che Amadeus porta grandi sorprese”.

Amadeus: “E’ chiaro che una controprogrammazione qualcosa ti può portare via. Ma noi dobbiamo fare il nostro (…). Sarebbe sbagliato pensare di porsi l’obiettivo di fare un punto in più dello anno scorso. Dobbiamo fare bene, dobbiamo fare ascolti importanti ma tenere conto del gradimento”.

Caso Madame

Amadeus: “Non cambia nulla rispetto alle mie ultime dichiarazioni. Sarebbe un grandissimo errore se estromettessimo Madame dal Festival di Sanremo. Ci sarà un’indagine (…). E’ escluso che lei si possa ritirare o che io la mandi via (…) Nel 2021 ha seguito il protocollo”.

Coletta sulla differenza tra Madame e i casi Remigi, Montesano e Morgan: “La posizione giuridica di Madame è indagata. Per Montesano e Memo Remigi le immagini parlavano da sole per il mancato rispetto del pubblico e dei criteri fondativi del servizio pubblico. Mi sembra che siamo in una posizione diversa, non sappiamo come siano andate le cose rispetto a Madame, negli altri casi ci sono state prove evidenti”. Coletta non si ricordava invece della squalifica di Morgan per l’intervista sulla droga.

Albano

Amadeus: “Albano vorrebbe ogni anno partecipare in gara. Me l’aveva detto anche quest’anno (…). Poi mi è venuta in mente questa idea… L’ho proposta prima ancora ad Albano che a Massimo e a Gianni, e Albano mi ha detto: ‘questa idea mi piace di più’”.

Numero di canzoni salito a 28

Amadeus: “Faccio molta fatica ad escludere alcune canzoni (…) Quest’anno ho aumentato i giovani, potevo ridurre i big ma non ce la facevo, anzi volevo arrivare a 30, poi ho pensato mi ammazzano! Io penso che il pubblico apprezzerà anche se si farà notte. I risultati hanno dimostrato che il pubblico ci segue fino alle 2 di notte”.

Vespa e Zelensky

Amadeus dichiara che non sapeva che ieri Vespa avrebbe annunciato Zelensky a Sanremo. L’intervento del presidente ucraino dovrebbe essere registrato.

Covid

Amadeus: “Ci sarà sempre l’attenzione (…). Non mi sento di escludere un cantante da una gara se si è preso il Covid o l’australiana. Speriamo stiano tutti bene”.

Quarta direzione per Amadeus

Il conduttore: “Sono più tranquillo. Arrivato al quarto anno conosco la macchina ma ogni anno mi dà nuove sensazioni. Dovrebbe essere più simile al primo anno quando non c’era il Covid”.

Donne e monologhi

Amadeus: “Ognuna di loro ha totale libertà. Quando contatto le donne, do loro totale libertà. Ognuna di loro quasi mi propone un monologo, mi dice ‘mi piacerebbe porre l’attenzione su quest’aspetto’ (…) Anche quest’anno è stato così. Sono felice che le personalità femminili, anche diverse, salgono sul palco e abbiano il piacere di dire ciò che desiderano”. Interpellato su una possibile trattazione di ciò che sta accadendo in Iran, Amadeus risponde: “Ci stiamo pensando e non potrebbe essere altrimenti”.

Piazza Colombo

Amadeus annuncerà nel suo primo Tik Tok, che verrà pubblicato mercoledì mattina, i 5 artisti che si esibiranno in Piazza Colombo a Sanremo.

Arisa scartata con La Vita Splendida

Amadeus commenta l’esclusione di Arisa, avvenuta in passato, con il brano La Vita Splendida, poi cantato da Tiziano Ferro: “Quella canzone interpretata da Arisa, ritenevo non fosse da Arisa (…) Ritengo che quella canzone è bella interpretata dall’autore perchè ha una caratteristica netta dell’autore. Non possiamo sapere come sarebbe andata se l’avesse fatta Arisa”.

Spoiler testo di Giorgia

Amadeus: “Non c’è dolo, non c’è nulla. Io sono come Orsato, il fallo lo fischio solo se netto e intenzionale”.

Silvia Toffanin a Sanremo

Amadeus: “Parliamo di chi sarà a Sanremo. Non vorrei tornare sull’argomento, la spiegazione c’è già stata. C’è stata chiaramente una richiesta nel primo anno, quest’anno non c’è stata una richiesta. Con Graziella (l’agente della Toffanin, ndDM) ci conosciamo da 30 anni, avevo letto delle indiscrezioni su un sito sulla Toffanin a Sanremo e le ho mandato un messaggio con scritto “perchè accetterebbe?” e la faccia che ride, come dire… Lei mi ha risposto ‘non credo proprio, non so perchè sia uscita questa notizia’. Gli inviti ufficiali li faccio in maniera diversa, non con un messaggio con l’emoticon con la faccia che sorride. Quando invito qualcuno lo faccio personalmente”.

Scelta dei pezzi

Il primo pezzo arrivato è stato L’addio dei Coma Cose che Amadeus ha sentito per tutta l’estate.

Shari / Salmo

Amadeus al giornalista che ipotizzava un legame tra l’ingresso di Shari nei big e l’ospitata di Salmo: “Quando ho sentito la seconda canzone di Shari mi è piaciuta, poi ho saputo gli autori. Se tu (rivolto al giornalista, ndDM) stai pensando che io scelga Shari per avere Salmo sulla nave è una cosa che non mi appartiene“.

Assenza Fiorello

Amadeus: “Io vorrei avere sempre Rosario a Sanremo ma la decisione spetta a lui. Oggi ha fatto una battuta: io sono il suo Shakira, gli offerto l’Ariston e lui ha scelto un glass! In ogni caso lo sento ugualmente vicino anche se non dovesse venire a Sanremo”.

Comici

Il conduttore dichiara che in questo momento non sono previsti ospiti comici “poi vediamo cosa accade da qui a Sanremo, mai dire mai”.

Ospiti

Al giornalista che etichetta come ‘bolliti’ i Black Eyed Peas, Amadeus risponde: “Parlare di bolliti è una bruttissima parola da parte di un giornalista musicale… Non esiste un cantante bollito, esiste un cantante che ha un suo percorso, che piace al pubblico (…) Io penso che siano una figata”. Allo stesso tempo sugli ospiti internazionali precisa: “Non ho chiuso gli annunci. E’ possibile che ci sia un altro nome internazionale, me lo auguro“. Non sono previsti altri ospiti sportivi nè tanto meno Federer.

Donne

Amadeus: “La Ferragni è una ragazza fortissima, un’imprenditrice digitale che non vi devo raccontare, l’ho invitata personalmente ogni anno, è una ragazza che è famosa nel mondo. Mi piace che la gente possa vederla sul palco e non su un cellulare. La Fagnani è fortissima, mi affascina, mi piace questo modo di fare giornalismo, che piace molto ai giovani, diretto, schietto, senza arroganza”. Su Paola Egonu invece: “Ogni anno penso ad un nome sportivo, è una ragazza molto sensibile, vorrei che raccontasse la sua storia…” . Su Chiara Francini: “Volevo un’attrice, pensavo a lei da un po’ di tempo e mi fa piacere che nessuno l’avesse citata, quasi sempre scelgo nomi che non leggo sui giornali. Attrice di teatro, cinema, non è detto che qualcosa del suo spettacolo teatrale non arrivi sul palco dell’Ariston”.

Advertisement

#Amadeus bruciato da #Vespa su #Zelensky a #Sanremo2023: «Mi ha detto “te lo faccio sapere” ma non mi ha detto “te lo faccio sapere a #DomenicaIn”»

Ad annunciarlo è stato Bruno Vespa a Domenica In, con sorpresa dello stesso conduttore e direttore artistico del Festival.

 

“Io mi ero sentito con Bruno Vespa la settimana scorsa perché lui ha ricevuto una richiesta proprio da Zelensky – Vespa ha amicizie importanti – per essere presente al Festival di Sanremo. Io l’ho chiamato due giorni fa, lui era in viaggio, era in Polonia (per uno speciale di Porta a Porta, ndDM), e mi ha detto: ‘Sto andando da Zelensky per l’intervista. Che risposta mi dai e cosa devo dire a Zelensky?’. Io ho detto: ‘Sono felice di avere un collegamento con Zelensky, secondo me è giusto che accada nella serata finale del Festival di Sanremo’”

ha dichiarato Amadeus, ricevendo da Vespa – dice – la seguente chiosa: “Fantastico. Vado da Zelensky e ti faccio sapere”. Il patron di Sanremo, però, rivela di non averne più saputo nulla, finché non ha appreso della notizia dopo l’intervento del giornalista da Mara Venier:

Siccome si è fatto 26 ore di macchina, aveva probabilmente il diritto lui di dare la notizia. Io l’ho saputo quando mi sono arrivate decine di telefonate… Mi ha detto ‘te lo faccio sapere’, ma non mi ha detto ‘te lo faccio sapere a Domenica In’

ironizza (mica tanto!) Amadeus. Ribadisce:

Non lo sapevo (…) Non sapevo ancora la risposta di Zelensky, ma sono chiaramente contento. Complimenti a Vespa che ha fatto da tramite”.

Zelensky sarà in collegamento e a tal proposito il conduttore spiega che con ogni probabilità l’intervento sarà registrato:

Credo, perché sa tutto Vespa, che ci sarà una registrazione anche per permettere di posizionarlo in base alla serata e soprattutto di non avere problemi tecnici (…) Non è che ci colleghiamo con Milano o con Roma, ma con l’Ucraina”.

#Sanremo2023, I Pooh super ospiti della prima serata (ricordando Stefano D’Orazio.)

I Pooh sono i superospiti della prima serata di Sanremo 2023: l’annuncio a Viva Rai 2! con Fiorello che ospita Jovanotti.

Un filmato vede Amadeus chiedere ai Pooh di essere ospiti nella prima serata e loro accettano: un modo per ripercorrere la loro carriera, i loro successi, le loro esperienze sanremesi – vinsero il Festival nel 1990 con Uomini Soli – e anche per ricordare un amico ormai scomparso, Stefano D’Orazio. Con loro sul palco dell’Ariston anche Riccardo Fogli che si unisce a Red Canzian, Roby Facchinetti e Dodi Battaglia: proprio all’Ariston il gruppo si presentò per una reunion che portò un nuovo tour prima dell’addio – diciamo arrivederci – al pubblico.

#Sanremo2023, #ChiaraFrancini e #PaolaEgonu co-conduttrici, #BlackEyedPeas #superospiti

Torna in Home Page – Clicca QUI

Nuovo annuncio del direttore Artistico Amadeus per il Festival di Sanremo 2023, ancora di domenica e ancora nel Tg1 delle 13.30.
Nuovo annuncio di Amadeus al Tg1 per Sanremo 2023: a una settimana esatta dalla notizia del trio Al Bano – Morandi – Ranieri superospite della seconda serata del Festival, il Direttore Artistico prende un po’ di spazio all’edizione delle 13,30 di domenica 15 gennaio per annunciare urbi et orbi che Paola Egonu sarà la co-conduttrice di terza serata di giovedì 9 gennaio e Chiara Francini sarà la co-conduttrice della quarta serata, quella di venerdì 10 gennaio. In più annunciati i Black Eyed Peas ospiti di mercoledì 8 gennaio, la prima serata che vedrà tutte e 28 le canzoni in gara: un ritorno degli ospiti internazionali al Festival. Una sfida anche per gli autori.
Si chiude così il giro dei nomi delle co-conduttrici: il cast di conduttori è quindi completo, con Amadeus e di Gianni Morandi accompagnati la prima sera da Chiara Ferragni, nella seconda da Francesca Fagnani, nella terza da Paola Egonu, nella quarta da Chiara Francini e nella quinta e ultima ancora da Chiara Ferragni.

Torna in Home Page – Clicca QUI

Ecco i nuovi indizi di Amadeus sulle co-conduttrici di #Sanremo2023

Torna in Home Page – Clicca QUI

A poche settimane dall’inizio del Festival di Sanremo 2023 (prima serata il 7 febbraio), tiene ancora banco il toto co-conduttrici. Annunciate ormai da tempo Chiara Ferragni e Francesca Fagnani, all’appello ne mancano due, già scelte ma ancora top secret. Chi sono? Ecco gli indizi.

E’ stato Fiorello il primo a stuzzicare la curiosità sull’identità nascosta di una delle due, rivelando che “è una sp”. Sportiva? Sposata? Amadeus – intervenuto stamattina nella diretta Instagram di Fiorello – suggerisce:

“Spagnola“.

Ma l’alternativa più plausibile, stando a quanto ci risulta, è che sia, invece, una sportiva come “ipotizzato” da Fiorello. Tempo fa proprio uno spagnola (naturalizzata italiana) ha dichiarato di aver declinato l’invito: Natalia Estrada. “Amadeus mi ha persino proposto di entrare all’Ariston a cavallo”, ha inoltre rivelato l’ex showgirl.

E poi la quarta ed ultima valletta, il cui indizio è sempre generico:

“L’altra donna inizia per C“.

Mentre voi provate ad indovinare di chi si tratta, ricordiamo che le due donne “mancanti” saranno al Festival di Sanremo nelle serate di giovedì 9 e venerdì 10 febbraio, con Ferragni alla prima e all’ultima sera e Fagnani al mercoledì.

Torna in Home Page – Clicca QUI

#Sanremo2023: #spoilerato il #testo di #Giorgia (E questa volta non è uno scherzo di Fiorello)

Torna in Home Page – Clicca QUI

Parole dette male è la canzone con la quale Giorgia gareggerà al Festival di Sanremo 2023. E’ inserita nel nuovo album della cantante, “Blu”, in uscita il 17 febbraio. La notizia, però, è un’altra: è stato spoilerato l’intero testo.

Discoteca Laziale, il negozio di musica (ma anche di film e di libri) specializzato nella vendita online di cd, vinili, dischi, etc…, ha pubblicato la tracklist del nuovo album, che può essere già aggiunto al carrello per la prenotazione e l’acquisto dal 17 febbraio ad un costo di 31,30 euro. E fin qui nulla di strano.

Oltre alla copertina di “Blu”, però, viene svelato anche il suo interno e dunque risultano visibili tutti i testi delle canzoni (in tutto sono 9), tra cui proprio il brano sanremese Parole dette male, traccia numero 4. I testi di Sanremo 2023 non sono ancora disponibili né consultabili, eccetto – da oggi – quello di Giorgia.

Dopo Fiorello a Viva Rai 2, che fece uno scherzo a tutti, con la complicità anche di Amadeus, lasciando intendere di aver violato il regolamento del Festival facendo ascoltare un estratto del pezzo di Giorgia, questa volta uno spoiler vero!

Torna in Home Page – Clicca QUI

#Sanremo2023, #ChiaraFerragni devolve suo #compenso per lotta #controviolenzasudonne

Torna in Home Page – Clicca QUI

In un post su Instagram: “In Italia, oggi più che mai, c’è bisogno di parlare e di fare qualcosa di concreto”

Chiara Ferragni ha deciso di devolvere il suo compenso per la partecipazione a Sanremo 2023 per la lotta contro la violenza sulle donne. “Sono fiera di annunciare che ho devoluto l’intero compenso della mia partecipazione al Festival di Sanremo all’associazione D.i.Re (Donne in Rete contro la violenza)”, si legge in un post su Instagram. “In Italia, oggi più che mai, c’è bisogno di parlare e di fare qualcosa di concreto contro la violenza maschile sulle donne – scrive – Per questo ho scelto di supportare D.i.Re un’associazione italiana che gestisce oltre 100 centri antiviolenza e più di 60 case rifugio in tutta Italia, potete farlo anche voi andando sul loro sito e donando”.

“Ho avuto modo di conoscere la Presidente di D.i.Re e alcune delle operatrici che tutti i giorni lavorano sul campo, sono loro le vere eroine che mi hanno ancora di più convinta a iniziare questo percorso che spero si evolverà nei prossimi anni – afferma ancora Ferragni, che parteciperà come co-conduttrice nella prima e nell’ultima serata del festival – Un grazie anche alla Rai e ad Amadeus senza cui questa iniziativa non sarebbe stata possibile”.

Torna in Home Page – Clicca QUI